Roma (TMNews) - Settecento abitanti e settanta licenze per Noleggio con conducente: una ogni dieci cittadini, in un borgo costituito da una sola strada carrabile, dove nessuno ha mai visto passare un auto Ncc. Perchè i tassisti, violando la legge, non svolgevano lì la loro attività, ma a Roma. E' quanto hanno scoperto in quasi un anno di indagine, con appostamenti e pedinamenti, le Fiamme gialle del Comando provinciale di Latina, che a Campodimele hanno sequestrato 71 licenze irregolari per Noleggio con conducente rilasciate dal Comune e denunciato 59 persone, quasi tutti romani, per abuso d'ufficio e falso ideologico.I finanzieri hanno scoperto che Campodimele aveva un'altissima concentrazione di autovetture e licenze per Ncc: 71, infatti, sono risultate le autorizzazioni rilasciate dall'amministrazione comunale in relazione ad altrettante autovetture. Peccato che i finanzieri a Campodimele non abbiano trovato nemmeno un'autovettura.Di fatto i tassisti lavoravano a Roma, in violazione delle specifiche norme di settore che prevedono che per conseguire e mantenere le licenze è necessaria la disponibilità di una rimessa nel territorio del Comune autorizzante. È scattata così la denuncia delle Fiamme Gialle per abuso d'ufficio e falso ideologico.