Zintan (Libia), (TMNews) - Seif al-Islam è apparso davanti al tribunale di Zintan chiamato a giudicarlo per aver "attentato alla sicurezza nazionale" della Libia. Stando a quanto riferito da un avvocato, il processo al figlio dell'ex leader libico Muammar Gheddafi, è stato aggiornato al prossimo 12 dicembre "per consentire la presenza degli altri accusati".Intellettuale, studi all'estero, considerato il delfino del padre e destinato ad essere il suo successore alla guida della Libia, Seif al Islam vive in isolamento nel carcere di Zintan da quando è stato catturato.Allo scoppio della guerra civile libica del 2011 si era schierato con il padre, diventando l'interlocutore privilegiato dell'ex regime con la stampa internazionale. Dopo la morte del rais aveva fatto perdere le sue tracce fino al 19 novembre del 2011 quando venne annunciato il suo arresto presso il confine tra la Libia e il Niger.(immagini AFP)