Tripoli (TMNews) - Le Nazioni Unite hanno condannato i nuovi scontri in Libia fra milizie filo governative e integralisti islamici. Epicentro dei combattimenti è stata la zona intorno all'aeroporto internazionale della capitale Tripoli. Secondo l'Onu questo nuovo round di scontri, iniziato a metà luglio, rischia di compromettere la delicata fase di costruzione di un nuovo governo oltre ad aver già provocato la partenza di numerosi cittadini stranieri, soprattutto personale addetto al funzionamento dei pozzi petroliferi.Secondo l'Unsmil, la missione delle Nazioni Unite attiva in Libia, negli scontri che hanno raggiunto il loro apice durante lo scorso fine settimana, ci sarebbero stati feriti fra i civili, mentre circa 1000 famiglie sarebbero state costrette a lasciare Tripoli per essere ospitate a Tarhuna, una cittadina a sud della capitale.(Immagini Afp)