Tripoli (askanews) - Si temono centinaia di morti e dispersi in una nuova tragedia del mare, avvenuta al largo delle coste della Libia, anche se al momento non c'è ancora un bilancio ufficiale.Secondo fonti di stampa sarebbero almeno due i barconi affondati al largo della città di Zuwara, 180 chilometri ad ovest di Tripoli; a bordo, complessivamente circa 450 migranti. Le operazioni di soccorso, coordinate dalla Guardia costiera libica, sono state condotte in parte anche con mezzi di fortuna.Secondo la Bbc, almeno 100 corpi senza vita sono stati trasportati all'ospedale di Zuwara. Mentre secondo un funzionario della sicurezza libica, solo la metà dei naufraghi sarebbe stata tratta in salvo e si pensa che molti siano rimasti intrappolati in uno degli scafi affondati. La Guardia Costiera libica ha fatto sapere che delle 201 persone soccorse, 147 sono state spostate in un campo di clandestini a Sabratha.Le vittime proverrebbero prevalentemente da Siria, Bangladesh e diversi paesi dell'Africa sub-sahariana.Solo nella giornata del 27 agosto, nel Canale di Sicilia, sono stati soccorsi oltre 1.400 migranti, nel corso di 10 distinte operazioni, coordinate dalla Centrale Operativa della Guardia Costiera a Roma del Ministero delle Infrastrutture e deiTrasporti.(Immagini Afp)