Tripoli (askanws) - La Corte Suprema libica ha annullato l'esito delle elezioni di giugno, ordinando lo scioglimento del Parlamento, la cui legittimità è stata riconosciuta dalla Comunità internazionale.Il ricorso per la presunta illegittimità del Parlamento di Tripoli era stato invece presentato da un deputato islamista che ha chiesto un giudizio sulla costituzionalità dell'assemblea.Il verdetto che invalida il parlamento minaccia di complicare ulteriormente il quadro politico, già immerso nel caos, del Paese in preda alla guerra civile."È una notizia non incoraggiante - ha commentato il neo ministro degli Affari Esteri, Paolo Gentiloni - l'Italia sostiene lo sforzo per impedire un ulteriore deterioramento della situazione in Libia dove il rischio di scivolare verso una guerra civile e molto grande"."L'importante è che il nostro Paese - ha detto - svolga il suo ruolo con l'Unione europea e che si rilanci l'iniziativa per la ricomposizione in Libia di un clima favorevole".(Immagini Afp)