Roma, (askanews) - "Dalla minaccia terroristica dobbiamo difenderci e ci difenderemo e lo faremo esattamente come deve essere fatto perché questo prevede la nostra costituzione: nostro dovere difendere l'Italia dalla minaccia terroristica". Lo ha detto il ministro degli Esteri, Paolo Gentiloni, in un'informativa alla Camera sulla Libia."Il governo difenderà il Paese dalla minaccia terrorista e lo farà assieme ai nostri alleati. Il governo interverrà sul piano militare se e quando sarà possibile rispondere a richieste di sicurezza di un governo legittimo e impegnato a riprendere il controllo del territorio e lo farà su decisione el Parlamento e coordinando la nostra attività con le forze alleate. Il governo non si farà trascinare in avventure inutili e perfino pericolose per la nostra stessa sicurezza nazionale. Continuiamo sul sostegno del Parlamento a una linea che deve sforzarsi di combinare fermezza e prudenza e responsabilità".