Tripoli, (TMNews) - La Libia va alle urne per eleggere un nuovo parlamento chiamato a condurre una nuova fase della transizione e a ristabilire l'ordine nel paese, afflitto da instabilità e violenza dalla caduta di Muammar Gheddafi, nel 2011. La comunità internazionale ha sostenuto lo svolgimento delle elezioni, con la speranza che un nuovo Parlamento possa favorire una conciliazione nazionale e ripristinare l'autorità dello Stato.Tuttavia sono solo 1,5 milioni i libici iscritti alle operazioni di voto, contro i 2,7 milioni del 2012, sui complessivi 3,4 milioni di aventi diritto. I seggi si sono aperti alle 8 e hanno chiuso alle 20: i risultati definitivi si conosceranno tra "diversi giorni", stando a quanto precisato da una fonte dell'Alta commissione elettorale.Gli elettori sono chiamati a scegliere tra 1.628 candidati per eleggere i 200 membri della futura Camera dei rappresentanti, che sostituirà il Congresso generale nazionale, la più alta autorità politica e legislativa eletta nel luglio 2012, dopo le prime elezioni libere tenute nel paese dopo la caduta di Gheddafi. Trentadue dei 200 seggi sono riservati alle donne.(fonte Afp)