Il Cairo (askanews) - Lo Stato islamico potrebbe arrivare fino in Europa. A mettere in guardia tutti sulla minaccia dell'Isis è il premier libico Abdullah al-Thani che si è recato in visita al Cairo dove ha incontrato il ministro della difesa egiziano Massoud Rahuma."L'espansione del Califfato proseguirà senza una forza unita in grado di affrontarlo ed arrestarne l'avanzata. Il loro dominio si estenderà sempre di più. Hanno cominciato con alcune province dell'Iraq e ora ne stanno conquistando di nuove. Se non li accerchiamo e se non uniamo le forze per batterli, si espanderanno non solo in Libia, ma potrebbero arrivare fino in Europa", ha detto il premier libico che ha anche sottolineato come il suo esercito e la polizia non abbiano ancora ricevuto le armi necessarie per fronteggiare i miliziani jihadisti."A livello politico Libia ed Egitto sono sulla stessa barca - ha risposto Rahuma - i nostri due Paesi condividono lo stesso destino. Sul piano militare, prosegue il coordinamento sui raid aerei ma un'operazione di terra sarebbe impensabile", ha concluso il ministro.Dopo il massacro di copti l'Egitto ha bombardato le postazioni dell'Isis in Libia e ha invitato gli egiziani ad abbandonare il Paese. Dal 15 febbraio circa 25 mila egiziani sono fuggiti dalla Libia.(immagini Afp)