Roma, (askanews) - Dieci città libiche che erano finora sotto il controllo del governo di Tripoli (non riconosciuto dalla comunità internazionale) hanno annunciato il loro sostegnoall'esecutivo di unità nazionale del premier designato Fayez alSarraj.In un comunicato pubblicato su Facebook, le municipalità di 10 città costiere nell'Ovest della Libia, situate tra la capitale e la frontiera con la Tunisia, hanno lanciato un appello ai libici:"Queste municipalità si appellano a tutti i libici, di tutte le classi, di tutte le correnti e di tutti i partiti, per l'unità e la cooperazione, tutti insieme per sostenere il governo di unità nazionale per far uscire il Paese da questa pericolosa escalation".Le principali città che hanno sottoscritto il comunicato sono Sabratha, Zawya e Zuara. Si tratta di un duro colpo per il governo di Tripoli, sostenuto dalla coalizione di milizie islamiste Fajr Libya, che ha bollato come "illegale" l'arrivo di Sarraj nella capitale.Nel frattempo, a Tripoli circa 300 persone hanno manifestato a favore del governo di unità nazionale, agitando striscioni e bandiere a favore di Sarraj e del suo esecutivo.