Rennes, (TMNews) - Un magazine femminile scritto da detenute per valicare i confini delle celle dove stanno scontando la propria pena. Accade a Rennes, in Bretagna, dove un gruppo di carcerate ha realizzato "Citad'elle", un trimestrale che affronta i temi delle donne dietro le sbarre. E non solo.Cloè è una di loro: "Siamo contente di aver realizzato qualcosa di concreto e di poterci esprimere, poco importa il tema, è la parola scritta che esce, va oltre queste pareti e cancella i confini".Oggi le redattrici stanno lavorando al quarto numero: nel sommario si scorgono argomenti leggeri accanto a quelli più intimi e più seri. Catherine lavora al giornale fin dal primo numero:"Ci ho preso gusto - racconta - amo scrivere, ma qui sono realmente coninvolta, è una droga ma una droga buona. E' bello e allo stesso tempo gratificante, io così sto crescendo".Le idee non mancano in questa redazione e le uniche difficoltà sono quelle legate alla raccolta e verifica delle informazioni. La rivista, poi, una volta completata viene visionata dall'amministrazione penitenziaria prima della sua pubblicazione. Anche se qui gli educatori sono convinti che col giusto rigore tutti gli argomenti possano essere affrontati.(Immagini Afp)