Roma, 23 ott. (TMNews) - Credo che non ci saranno novità perché la posizione dell'Italia è una posizione che è stata ripetutamente espressa". Così il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, parlando della risposta che il governo invierà a Bruxelles dopo la richiesta di chiarimenti sulla legge di stabilità. "Abbiamo scritto la legge nella convinzione di essere dentro le regole europee, con gli elementi di eccezionalità che credo ricorrano nel nostro caso, con la crisi che dura da tanto e la scelta molto forte dell'Italia di fare le riforme strutturali che stiamo facendo".