Napoli (askanews) - "La legalità per una rivoluzione culturale": è il tema di un convegno promosso dall'Università Federico II di Napoli che ha visto la partecipazione del presidente dell'Autorità nazionale anticorruzione, Raffaele Cantone. "E complicato pensare che si possa fare una rivoluzione culturale sulla legalità però è una linea assolutamente necessaria e indispensabile. I riferimenti alla cultura rischiano sempre di apparire fumosi, ma sicuramente se non cambia la mentalità è tutto più complicato: le norme si muovono sulle gambe delle persone. Noi non possiamo pensare di cambiare tutto ogni volta cambiando le norme e ripartendo da zero", ha spiegato.Raffaele Cantone, insieme a don Tonino Palmese, Maurizio De Giovanni e al rettore Gaetano Manfredi, ha parlato di legalità di fronte a centinaia di giovani studenti. "I giovani sono apparentemente poco interessati a questi temi ma soprattutto sono anche stanchi di sentire le parole che sono incoerenti con i comportamenti", ha concluso l'ex giudice.