Milano, 18 mar. (askanews) - Non confondere la politica estera con la propaganda elettorale. Questo il pensiero del segretario generale della Lega Araba, Nabil al-Arabi all'indomani della vittoria del premier uscente Benjamin Netanyahu nelle elezioni politiche israeliane. Al-Arabi si riferiva alla promessa di Netanyahu a non permettere la nascita di alcuno Stato palestinese."Personalmente ritengo che abbia fatto queste dichiarazioni a proposito dei due Stati per garantirsi i voti degli estremisti, specialmente quelli dei russi immigrati in Israele negli ultimi 10 o 15 anni. Ma questo non significa che poi la politica del governo sarà questa" ha dichiarato Al-Arabi.Netanhyau aveva assunto questa posizione prima del voto, quando i sondaggi lo davano perdente rispetto alla lista di centrosinistra guidata da Isaac Herzog."Non potrà esserci pace nella regione, in tutta questa parte del mondo, senza uno Stato palestinese, ha concluso il segretario generale della Lega Araba. Anche se Netanyahu adesso non può dirlo, stava solo facendo propaganda elettorale. Non stava elaborando le linee politiche delle futuro governo. Aspettiamo e vediamo".(Immagini Afp)