Palermo, 10 ago. (askanews) - Sono complessivamente 671, tra cui 48 minori e 108 donne, i migranti tratti in salvo nel Canale di Sicilia, nel corso di cinque distinte operazioni di soccorso coordinate dalla centrale operativa della Guardia costiera italiana.Le prime quattro operazioni hanno riguardato il soccorso di quattro gommoni a 35 miglia dalle coste libiche dove la centrale operativa ha inviato la nave "Diciotti" della Guardia costiera che ha salvato rispettivamente 116, 124, 105 e ancora 105 migranti a bordo dei diversi gommoni, tutti distanti tra loro poche miglia.L'ultima operazione ha riguardato il soccorso di un barcone in precaria galleggiabilità 137 miglia a est di Capo Passero. Sul punto è stata dirottata un'unità della Guardia costiera croata, la "Mohorovicic", inserita nel dispositivo Triton, e disposto l'impiego di una motovedetta salpata da Roccella Ionica allo scopo di agevolare il trasbordo dei migranti sull'unità croata.La "Diciotti" si è diretta verso il porto di Pozzallo mentre la nave croata ha invece fatto rotta verso Augusta.