Buenos Aires (askanews) - Le nonne di Plaza de Mayo hanno incontrato il presidente argentino Mauricio Macrì, per la prima volta dal suo insediamento. L'incontro è avvenuto in vista del 40esimo anniversario del colpo di Stato del 1976 che diede inizio alla feroce dittatura militare durante la quale 30mila persone scomparirono nel nulla. Per sapere che fine hanno fatto i loro figli e nipoti, queste donne, capeggiate da Estela de Carlotto, combattono da anni."Il dialogo è iniziato e personalmente penso che l'apertura di ogni dialogo sia positiva e ho intenzione di dirvi qualcosa di molto personale: quando siamo arrivati il presidente aveva una faccia e quando ce ne siamo andate un'altra. Significa che è passato il messaggio di queste vecchie signore", ha detto dopo l'incontro.La presidente delle Nonne di Plaza de Mayo si augura di incontrare Barack Obama quando verrà in visita a fine marzo a cui vorrebbe chiedere la declassificazione degli archivi degli Stati Uniti, pieni di informazioni che potrebbero aiutare nella ricerca dei loro nipoti ancora vivi, nel ritrovamento dei resti delle vittime e nell'individuazione degli assassini responsabili.