Milano, (TMNews) - L'ingegno e la mestria delle piccole e medie imprese tedesche è tutta qui, in questo studio di protesi oculari in vetro. Ce ne sono di ogni misura e colore e raccontano la storia della famiglia Muelle-Uri che dal 1860 realizza bulbi oculari. Jan ne ha realizzati circa 30mila nella sua vita:"Molte aziende tedesche come la nostra lavorano da cinque generazioni. In Germania il pensiero comune è lavorare senza sosta e costruirsi una casa, è una cosa molto diffusa ed è quello che poi guida la Germania".Le piccole e medie imprese tedesche, come la Mueller Soehne, assorbono circa il 60% della forza lavoro e producono il 50% del Pil: sono, insomma, la colonna portante dell'economia nazionale.Alla Mueller Soenhe da 150 anni si realizzano queste protesi: otto passaggi in tutto che richiedono un'ora e mezza di lavoro. Che l'oculista svolge davanti al paziente:"E' un'occasione per incontrare il paziente e fargli vedere cosa facciamo. Abbiamo un'ora di tempo per parlare di tutto mentre realizziamo l'occhio. E' molto interessante ascoltare la gente".E' proprio questa attenzione al cliente che ha riservato tanto successo a questa azienda. Il costo di 450 euro, poi, li rende più convenienti rispetto ai 1.500 per le protesi in acrilico. Certo oggi il settore è sotto pressione, ma questo è anche un segnale positivo: con l'aumento della sicurezza sul lavoro incidenti invalidanti, come la perdita degli occhi, sono sempre più rari e di protesi in vetro ne occorrono sempre meno. Ma per questa azienda, flessibile e proiettata al futuro, non è un problema.