Islamabad, (TMNews) - Una scuola elementare in un villaggio del Pakistan meridionale, a Chancer Redhar. Non è l'ora della ricreazione. Il maestro se ne è andato 8 mesi fa e le autorità scolastiche non hanno ancora nominato un supplente. È una delle 7.000 "scuole fantasma" del Paese dove non si tengono lezioni. "Le bambine si presentano a scuola ma non vedono nessuno, spiega un anziano del villaggio. Aspettano e aspettano ma nessuno si presenta. E allora si mettono a giocare, cos'altro dovrebbero fare?".Altre scuole fantasma si trovano in condizioni peggiori. A Thatta, Zaid e i suoi amici giocano tra le rovine della scuola o sono costretti a fare dei lavori per la famiglia, come andare a procurarsi e a vendere dell'acqua. Si tratta di una piaga sociale emergente in Pakistan dove secondo le Nazioni Unite oltre 5 milioni di bambini non frequentano le scuole elementari. I politici che cercano di sensibilizzare le autorità sul problema si rendono conto che non si tratta di una priorità per il governo."Non è facile - racconta Humera Alwani, membro del Partito popolare pakistano - quando denuncio la situazione, i nostri parlamentari non mi apprezzano e non mi incoraggiano. Ma credo sia mia dovere denunciare la verità. Per rimediare a un problema, prima di tutto devi ammetterne l'esistenza".Se le cose non cambieranno presto, un'altra generazione crescerà senza preparazione."I nostri figli non sanno niente, non conoscono il significato del loro nome, non hanno nessuna base scolastica. Anche l'altra mia figlia è cresciuta senza andare a scuola e ora anche questi bambini rischiano lo stesso destino.(Immagini Afp)