Milano, (TMNews) - "Siamo le "Madri nella crisi", dopo 20 anni di precariato al Policlinico di Milano ci hanno lasciato a casa. Siamo tutte donne oltre i 40 anni e alcune sono ragazze madri, abbiamo bisogno di essere ricollocate nel mondo del lavoro". Dopo quasi 70 giorni passati sul tetto del Policlinico di Milano il centinaio di operatrici sanitarie precarie licenziate dall'ospedale che si sono rinominate "Madri nella crisi", hanno allestito con il supporto dell'Unione sindacale di base un secondo presidio in piazza della Scala, con un gazebo e una tenda dove hanno passato la notte, oltre ad una grande croce costruita con i tubi innocenti e riempita di cartelli contro la precarietà e la mancanza di lavoro. "Adesso siamo qui in piazza della Scala - spiega la lavoratrice licenziata - ma continuiamo a presidiare anche il tetto del Policlinico. Sono tre mesi che lottiamo, ora alcune di noi sono qui mentre altre lavoratrici sono rimaste sul tetto dell'ospedale da cui non intendiamo scendere fino a che non avremo risposte dalle Istituzioni".