Genova, (askanews) - Per protestare contro il Jobs act e i tagli previsti dalla Legge di stabilità migliaia di lavoratori, studenti e precari sono scesi in piazza anche a Genova in occasione dello sciopero generale provinciale indetto dalla Cgil e dello sciopero sociale promosso da sindacati di base, associazioni studentesche e centri sociali.Sei diversi cortei hanno attraversato le strade del centro e del ponente cittadino, mandando letteralmente in tilt il traffico in tutto il capoluogo.Momenti di tensione si sono registrati in via Maragliano quando centinaia di studenti, No Tav, militanti dei centri sociali e del movimento per la casa si sono avvicinati alla nuova sede del Pd difesa da un ingente schieramento di poliziotti e finanzieri in assetto antisommossa.I manifestanti hanno srotolato un lungo striscione con scritto "Pd precarietà e devastazione" e acceso numerosi fumogeni. In piazza anche lavoratori di Amt, l'azienda che gestisce il trasporto pubblico nel capoluogo ligure, ma anche quelli di Fincantieri, Ilva, Selex, Piaggio Aero e di altre aziende del ponente cittadino.