Milano, (TMNews) - La società americana sarebbe più sana se si praticasse più sesso, che è da considerare come un dono capace di far progredire la razza umana, non come una cosa di cui vergognarsi. Parola di Larry Flynt, il 71enne creatore ed editore della celebre rivista pornografica Hustler che festeggia 40 anni. Istrionico ed eccentrico, Flynt attraverso il porno è stato capace di rivoluzionare i costumi sessuali e a scuotere le coscienze degli americani facendo emergere scandali, ipocrisie e contraddizioni che gli sono costati multe milionarie e numerosi processi."Abbiamo vinto molte battaglie importanti in tribunale per far valere il Primo Emendamento anche per la nostra attività. Credo di essere stato di aiuto per tutta l'industria dei media e sono orgoglioso del fatto che il governo, nonostante ci abbia provato l'impegno, non sia riuscito a farci chiudere", ha dichiarato Flynt.E se dai processi si è sempre potuto difendere, Flynt non ha potuto nulla invece contro il serial killer razzista Joseph Paul Franklin che gli sparò in strada nel 1978 condannandolo alla sedia a rotelle perchè offeso da una foto su Hustler di un rapporto sessuale fra un uomo di colore e una donna bianca.(Immagini Afp)