Milano (TMNews) - Avvolti nei teli di plastica colorati vengono sbarcati dalle motovedette della Guardia costiera: sono i momenti dell'arrivo sull'isola di Lampedusa dei primi cadaveri dei migranti morti in mare nel tragico naufragio notturno. Chiusi nei sacchi verdi e neri, i corpi vengono allineati lungo la banchina, accompagnati dalle lacrime dei soccorritori (si vede a 00.53). Il bilancio provvisorio, destinato a peggiorare, è di 94 morti recuperati dalle acque, tra cui alcuni bambini, ma le ricerche sono ancora in corso. Intanto, coperti con i teli di plastica, i sopravvissuti scendono dalle barche che li traghettano a riva: sono scampati alla più grave tragedia in mare avvenuta al largo delle coste siciliane. A bordo della nave naufragata c'erano circa 500 persone.