Il responsabile medico dei Vigili del fuoco del Soccorso alpino dell'Alta Provenza francese ha dichiarato che i resti delle vittime dell'incidente aereo della "Germanwings2 saranno difficilmente identificati."Quando siamo arrivati sul posto, ha detto Frédéric Petitjean, la priorità più urgente era sapere se ci fossero sopravvissuti. Ci siamo rapidamente resi conto che non ce n'erano. Come vedrete dalle immagini, i pezzi maggiori rimasti del relitto non erano più grandi di due sportelli di automobile".I resti dell'aereo sono dispersi su un'area di circa 4 ettari, su dei terreni molto instabili, morene glaciali con pendenze sino al 70%, con un dislivello di 200 metri in un raggio di 600 metri. Per questo l'opera di identificazione delle vittime sarà assai complessa."Sull'aereo c'erano 150 persone, sottolinea Petitjean. Avete visto com'è ridotto l'aereo e potete immaginare le condizioni in cui si trovano i cadaveri".(Immagini Afp)