Parigi (TMNews) - Gas di scisto ultima frontiera, controversa, dell'energia. Il gigante francese Total ha annunciato che diventerà la prima compagnia petrolifera a cercare il gas di scisto in Gran Bretagna, confermando le indiscrezioni diffuse dal Financial Times.Total ha infatti acquisito una quota del 40% per due licenze di esplorazione e produzione di gas di scisto nel bacino di Gainsborough Trough, in Gran Bretagna. E sarà la seconda azienda francese, dopo GDF Suez, a investire in questa nuova tecnologia.Grazie a una serie di investimenti da due miliardi di dollari all'anno nel Regno Unito, la Total si prefigge l'obiettivo di diventare nel 2015 il principale produttore di idrocarburi del Paese.A differenza della Francia, dove le ricerche del gas di scisto sono proibite, la Grande Bretagna intende sfruttare le opportunità offerte da questa fonte di energia. Ma le polemiche non mancano a causa del sistema di estrazione utilizzato, il "fracking".La fratturazione idraulica consiste infatti nel pompare ad altissima pressione acqua e additivi chimici con sabbia per fratturare la roccia, liberare il gas e permetterne la risalita in superficie. Gli ambientalisti denunciano che, oltre a compromettere la stabilità dell'assetto idrogeologico, il fracking porterebbe a un inquinamento delle falde acquifere, a una perdita di metano durante le operazioni di estrazione e a un notevole consumo di acqua.(Immagini Afp)