Roma, (TMNews) - "Tate Modern is changing": il museo londinese sta cambiando. È racchiuso in questo slogan l'importante accordo di partenariato che la Tate Modern di Londra ha siglato con il gruppo sudcoreano Hyundai. Una collaborazione di 11 anni, la più lunga mai firmata con uno sponsor nella storia del Museo."Questo accordo di partnership, di sponsorizzazione, non è nuovo - spiega Maria Miller, segretario di Stato alla cultura, Media e Sport - ma si tratta di un accordo fantastico per 11 anni da parte della Hyundai. Credo rappresenti un segnale di una fiducia da parte delle imprese che sta tornando".Grazie all'accordo con la Hyundai la Tate Modern potrà acquisire opere preziose di Nam June Paik, uno dei pionieri della videoarte."Credo sia molto importante, anche se riceviamo sovvenzioni dal governo, essere capaci di costruire un programma che attira anche sponsor privati - spiega sir Nicholas Serota, ideatore del museo londinese - questi soldi arrivano da un'azienda che vuole sostenere ciò che facciamo, e non cambiare il nostro programma".La Tate ha inoltre presentato un nuovo spazio espositivo, sopraelevato, che ospita mostre temporanee.Immagini: Afp