Per celebrare i 150 anni dell'apertura delle relazioni diplomatiche tra Berna e il Giappone, sono in corso a Tokyo le "quattro giornate della Svizzera", con numerosi eventi e manifestazioni. Il pubblico giapponese si è particolarmente stupito per le dimostrazioni di "schwingen", uno sport nazionale che a loro appare come una versione alpina del sumo. Nel corso della sua visita, il presidente della Confederazione Didier Burkhalter ha firmato una serie di accordi (tra cui uno di "Open Skyes" per la liberalizzazione del trasporto aereo bilaterale) che rafforzano la partnership economica firmata nel 2009 (il primo accordo di libero scambio di Tokyo con un paese europeo). Burkhalter ha invitato il premier Shinzo Abe a sostenere l'idea di prefigurare la creazione in Asia orientale di un framework per la sicurezza sul modello dell'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa, di cui Berna ha appena assunto la presidenza annuale. È un tema ormai sentito sul piano globale, tanto più che, al recente World Economic Forum di Davos, Abe è sembrato tracciare un paragone tra la situazione attuale in East Asia e quella europea alla vigilia della prima guerra Mondiale. Burkhalter ha anche chiesto al Giappone di abolire la pena di morte per rendere possibile la stipulazione di un accordo sul piano giudiziario.