Ginevra, (askanews) - Vince la linea del governo elvetico su immigrazione, fisco e oro. Gli svizzeri hanno detto un secco no ai tre argomenti dei referendum votati. Sono stati infatti respinti dalla maggioranza degli elettori e da quella dei cantoni: una consultazione referendaria, per passare, dovrebbe ottenere la doppia maggioranza.Una delle consultazioni bocciate chiedeva l abolizione dei forfait fiscali e intendeva abolire l imposizione basata sulle spese invece che sui redditi per i cittadini domiciliati in Svizzera ma senza svolgervi attività lucrative.Quello sull'oro chiedeva un sostanzioso aumento delle riserve auree: almeno il 20% degli attivi della Banca Nazionale avrebbero dovuto essere in oro, non vendibili e conservati in Svizzera. Questi no hanno riportato la tranquillità sui mercati finanziari che da giorni erano in apprensione per una possibile vittoria dei Si.Ed infine è stata bocciata seccamente con oltre il 74% dei no anche l iniziativa anti-immigrazione, che si proponeva di salvare l ecosistema limitando la cementificazione, ma per fare questo limitava allo 0,2% annuo l aumento della popolazione dovuto all'immigrazione.(immagini AFP)