New York, 26 giu. (TMNews) - A oltre vent'anni dalla sanguinosa guerra tra Iran e Iraq, Teheran e Baghdad sperimentano una nuova e insolita alleanza che forse per la prima volta vede gli iraniani condividere un obbiettivo in comune con gli Stati Uniti: garantire la stabilità del governo iracheno. Secondo fonti americane citate dal New York Times l'Iran sta infatti entrando nell'arena della guerra irachena inviando al governo di Baghdad forniture di armi e offrendo ricognizioni con droni per sorvegliare le aree della capitale.La mossa di Teheran rappresenta un raro caso in cui il Paese dei mullah e gli Stati Uniti condividono un obiettivo comune: fermare l'avanzata dei ribelli sunniti dell'Isis che hanno conquistato diverse città a nord e a ovest e puntano verso Baghdad. Tuttavia i due Paesi si osservano con attenzione mentre sgomitano per mantenere (o ampliare) la loro influenza nella regione.I funzionari americani - continua il quotidiano di New York - hanno sottolineato che le due potenze per anni rivali non hanno coordinato le loro azioni in Iraq.