Parigi (askanews) - La stampa di tutto il mondo, dall'Italia all'Africa, reagisce con indignato stupore all'attacco di Parigi contro il settimanale satirico "Charlie Hebdo" che ha provocato la morte di dodici persone. Attacco alla libertà di tutti, l'11 settembre della Francia, sangue sulla libertà, si legge sulle prime pagine dei giornali italiani mentre in Gran Bretagna la prima pagina dell'"Independent" riproduce una vignetta insanguinata di "Charlie Hebdo" da cui esce una mano con il dito medio alzato.In Belgio i quotidiani "De Tijd" e "L'avenir" sono usciti listati a lutto, come "El Watan" in Algeria e "Aftensposten" in Norvegia.In Germania, il "Frankfurter Rundschau" scrive sulla prima pagina nera: "Charlie Hebdo, 7 gennaio 2015, la libertà di pensiero non scompare". Il più popolare "Bild" stigmatizza come assassini i terroristi che hanno colpito a Parigi e sull'ultima pagina scrive "Je suis Charlie". Il "Berlins Groesste Zeitung" ha invece scelto di pubblicare alcune delle prime pagine di "Charlie Hebdo", scrivendo su uno sfondo a lutto: "Vive la liberté".(Immagini Afp)