Napoli (askanews) - "Ciao Mario, perché non vieni a giocare una partita con noi?". Comincia così la lettera indirizzata a Mario Balotelli, in cerca di ingaggio dopo essere stato scaricato dal Liverpool, scritta dall'Afro-Napoli United, squadra di calcio campana di prima categoria, composta da immigrati e nata nel 2009 per combattere il razzismo. Antonio Gargiulo è il presidente della squadra. "Dopo che è stato un idolo ora sembra messo da parte, ci è venuta questa idea bizzarra, di invitarlo a giocare con noi, in modo provocatorio".Un modo per accendere i riflettori su una squadra composta da ragazzi napoletani, sudamericani e soprattuto africani, dal Senegal, dalla Costa d'Avorio, dal Gambia, che ha fatto della diversità un valore. I giocatori ora sperano che il loro idolo dia almeno un cenno di risposta.