Roma (askanews) - Lo scambio culturale tra due Paesi basato sulla qualità del vino e del cibo. Un lavoro durato mesi raccolto nel libro della talentuosa sommelier italo-romena Marinela Ardelean "50 vini di Romania incontrano 50 piatti italiani d eccellenza"."Sono italiana ma nata in Romania, ho sentito il desiderio di far conoscere queste mie due famiglie e contribuire a uno scambio sociale, culturale e anche economico. Quindi ho selezionato i 50 vini più rappresentativi della Romania e i 50 piatti d'eccellenza della cucina italiana. Chi meglio dell'Italia può essere ambasciatore gastronomico nel mondo".Un lavoro di selezione fatto in segreto dalla migliore sommelier di Romania per il 2014."Ho selezionato da sola i vini senza dire niente ai produttori, ne ho scelti oltre 400 che ho assaggiato a casa mia in Transilvania. E' una grossa responsabilità fare una selezione soprattutto perché in Romania ci sono in tutto 93 cantine e in questo libro ne ho inserite solo 18"."I vini romeni sono corposi, hanno una grande struttura e per la maggior parte sono rossi, quindi non è stato affatto facile accoppiarli ai piatti italiani. Nella cucina d'eccellenza italiana il protagonista è la materia prima quindi piatti semplici, più delicati: è stata una grossa sfida decidere gli accoppiamenti. Nella selezione dei piatti e dei ristoranti mi ha aiutato Luigi Cremona, il famoso critico enograstronomico".Il risultato di tanta ricerca è stato raccolto nel libro che ha avuto un'ottima accoglienza al Merano Wine Festival."Quando ho informato i produttori sono rimasti stupiti non se lo aspettavano e non si immaginavano cosa avevo realizzato. Quando ho fatto a Merano la presentazione è stata accolta con entusiasmo, perché nessuno ha mai deciso di accoppiare i vini di un Paese con i piatti di un altro. Inoltre la protezione dei consumatori romania ha deciso di inserire insieme alla fos marai, sponsor, 250 copie nelle biblioteche pubbliche della Romania. Il senso della qualità, la diffusione della cultura, lo scambio culturale basato sul cibo e sul vino piace tanto, ce n'è bisogno".