Kuala Lumpur (askanews) - Dense nubi di fumo nei locali di Kuala Lumpur, ma il tabacco non si vede. Le sigarette elettroniche stanno conquistando la Malesia, come dimostra questa convention dove sono in mostra le ultime novità del settore del "vaping". La moda e il business sono cresciuti così rapidamente in Malesia da attirare le critiche di diversi settori della società.Alcuni studi suggeriscono che le e-cigarettes - che producono vapore inalabile da un liquido aromatizzato - sono più sicure per la salute del tabacco. Ma molti medici dicono che al contrario possono essere 15 volte più dannose. "Sì, il vaping fa male alla salute, a causa di due elementi che si trovano nel liquido. Gli aromi e la nicotina", spiega un medico.I leader religiosi hanno dichiarato il vaping anti-islamico. Nonostante tutte le critiche l'uso della sigaretta elettronica è quintuplicato nell'ultimo anno toccando la quota di un milione di adepti.A preoccupare sono i produttori dei tanti aromi fai da te che circolano sul mercato senza alcun controllo di qualità. "Queste persone non si preoccupano di cosa stanno vendendo e non hanno le competenze per realizzarli" spiega Allan Foo di un'accociazione di e-cigarettes.Due paesi vicini, la Thailandia e Singapore, hanno già messo al bando le sigarette elettroniche. In Malesia nonostante gli appelli di molti il fenomeno del vaping sta invece diventando sempre più diffuso.