Lampedusa (askanews) - La Sicilia ha celebrato a Lampedusa la Festa d'Europa. L'isola siciliana, da anni crocevia per migliaia di immigrati, vive sulla propria pelle l'indifferenza della Comunità Europea.Anche per questo, il governatore, Rosario Crocetta, domenica 10 maggio ha voluto recarsi nel centro d'accoglienza di Contrada Imbriacòla per un sopralluogrivolgendo ai lampedusani l'appello a una maggior cura nei confronti del territorio, elemento imprescindibile per lo sviluppo dell'isola."Io mi rendo conto - ha detto - che attendono lo sviluppo che deve avvenire in modo dioverso. Non mi si dica che la danneggia l'immigrazione perché io questi immigrati in giro per l'isola non li vedo".La manifestazione lampedusana, ha offerto anche l'occasione al vicepresidente Mariella Lo Bello, assessore alla Formazione, di effettuare un sopralluogo nelle strutture scolastiche dell'isola, accompagnata dalla preside dell'istituto onnicomprensivo di Lampedusa e Linosa, Rosanna Genco."Si xerca un po' di togliere quelle criticità perché avremo bisogno di nuove aulle laboratorio, della palestra nella sucola secondaria di primo grado, abbiamo buisogno insomma di avere delle strutture più consone alla scuola di oggi".Da martedì sarà operativa una task-force della Presidenza del Consiglio che si occuperà di progettare le opere da realizzare con i 20 milioni stanziati dal Cipe per l'isola. Una parte di questi fondi, 5,7 milioni, saranno destinati proprio all'edilizia scolasticaDurante il finesettimana è stato presentato il progetto Talenti d Europa , rivolto agli studenti delle medie superiori di tutta la Sicilia che parteciperanno a un concorso sui temi dell Europa e si concluderà con uno stage del gruppo vincitore a Bruxelles.