Roma, (askanews) - Almeno 17 persone sono morte negli incendi che hanno interessato la Siberia meridionale. Il Ministero della Federazione Russa per le Emergenze ha annunciato che le fiamme sono state spente, ma i roghi hanno bruciato più di 1.200 case. Un altro allarme viene dal Trans-Bajkal, la regione russa vicino alla Cina. A seguito di incendi boschivi nella regione sono morte tre persone, tra cui una bambina, e 13 persone sono rimaste ferite.Secondo il Ministero della Salute, tra le vittime e i feriti ci sono altri bimbi. Almeno un bambino è morto e altri tre sono rimasti ustionati in Siberia Meridionale. Più di 2000 persone hanno perso le loro case. Cinque procedimenti penali sono stati presentati dal comitato investigativo della Federazione Russa. In particolare per "negligenza, che causa la morte di due o più persone": la legge russa prevede fino a sette anni di carcere.