Isla Negra (Cile) (askanews) - La salma del poeta cileno Pablo Neruda, morto nel 1973, è stata sepolta nella cittadina di Isla Negra, dove tre anni fa i resti erano stati riesumati per effettuare un'autopsia.Dopo la cerimonia di omaggio dei cittadini organizzata nella capitale Santiago del Cile, la salma è stata trasferita nella villa di Neruda a Isla Negra, il suo ultimo luogo di residenza, e sepolta a fianco alla tomba della moglie, Matilde Urrutia."Per noi oggi non si tratta di una sepoltura, è esattamente il contrario perchè ritorna a Isla Negra, torna a guardare il suo mare, non è morire ma vivere nuovamente - dice Raul Bulnes Calderon, presidente della Fondazione Pablo Neruda - soprattutto per un poeta come Pablo Neruda che diceva sempre: non morirò, ma vivrò".L'esumazione era stata ordinata per accertare se la morte di Neruda fosse effettivamente dovuta a cause naturali, come recitano i documenti ufficiali dell'epoca. Il 5 novembre scorso per la prima volta un rapporto ufficiale del Ministero degli Interni cileno aveva però considerato "altamente probabile" che Neruda non fosse morto per un tumore ma fosse stato assassinato.