Milano (askanews) - Mentre lo stato maggiore milanese dei Fratelli D'Italia - Alleanza nazionale canta l'Inno di Mameli sul palco di piazza Duomo per la presentazione della lista a sostegno di Stefano Parisi, il candidato sindaco del centrodestra, ospite d'onore, si limita a sussurrarne le parole, poi a sorridere, un po' impacciato. Un filo di imbarazzo per un manager (con radici socialiste) alla sua prima esperienza politica e davanti ad una platea dichiaratamente di destra. "Non mi è successo tanto spesso di parlare da un palco - aveva detto poco prima che partisse l'inno - quindi scusatemi se non sono adatto e bravo come Ignazio La Russa. Stiamo cercando di imparare in questi giorni".