Napoli (TMNews) - E' la loro casa e non sono disposti a lasciarla. Per questo i "nonni" ospiti dell'ospizio "Padre Ludovico da Casoria" di Posillipo, sono scesi in strada a Napoli, contro la sua chiusura prevista per il 14 febbraio.Una trentina di anziani ospiti, con sciarpe e cappelli, hanno occupato il marciapiede dell'antico sito. Sui cancelli affissi striscioni con richieste d'aiuto a Comune, Regione e al card. Sepe. L'ospizio chiude per lavori ma i vecchietti, alcuni ospiti da oltre 20 anni, temono che una volta fuori non rientreranno più e soprattutto hanno paura perchè non sanno dove andare."Siamo morti di paura, perchè in un primo momento ci avevano assicurato che i lavori sarebbero stati fatti gradualmente, prima da una parte e poi dall'altra, ma senza doverci mandare via"."Io non ho una casa, sto chiedendo ai nipoti se trovano qualcosa se mi posso ospitare, ma ancora non so niente".L'ospizio, fondato oltre 150 anni fa da padre Ludovico da Casoria, si trova in una posizione molto bella con una ampia veduta sul mare. Per questo gli 56 anziani temono che la struttura possa essere trasformata in un albergo o in un ospizio per ricchi con la scusa dei lavori.