Palermo, (askanews) - La Regione Siciliana ha assunto 13 testimoni di giustizia. Si tratta dell'unico caso in Italia, e a Palermo, alla sede della presidenza della Regione, sono stati firmati i contratti di lavoro, davanti a un commosso governatore Rosario Crocetta. Due i testimoni di giustizia presenti, con il volto coperto. E con loro anche il responsabile dell'associazione nazionale dei testimoni di giustizia Ignazio Cutrò.Altri 35 testimoni di giustizia saranno assunti nei prossimi mesi, in coincidenza con l'anniversario della strage di Capaci. L'amministrazione regionale può farlo grazie alla legge approvata dall'Ars lo scorso anno, che prevede una spesa di circa 700mila euro. Alcuni di loro lavoreranno in Sicilia, tornandoci dopo essere stati costretti ad allontanarsene. Altri invece resteranno nei luoghi dove risiedono, impiegati in amministrazioni diverse dalla Regione, ma pagati dalla Sicilia."La Sicilia è la sola regione in Italia e in Europa ad avere una legge sui testimoni di giustizia. Faccio un appello allo Stato e alle altre regioni perché seguano il nostro esempio" ha detto Crocetta.