Venezia, (TMNews) - La Rainbow Warrior fa tappa a Venezia. La nave simbolo di Greenpeace ha attraversato il Canale della Giudecca, passando di fronte a Piazza San Marco e all'Isola di San Giorgio, per mostrare ai veneziani e alle centinaia di turisti presenti due banner con scritto "Save the climate - There is no Planet B" e "Il futuro è rinnovabile". La Rainbow è impegnata nel tour "Non è un Paese per fossili", come spiega Luca Iacoboni, responsabile Campagna Energia e Clima di Greenpeace Italia."Greenpeace denuncia i rischi che città come questa corrono a causa dei cambiamenti climatici. Proprio i combustibili fossili sono una delle principali cause dei cambiamenti climatici. Siamo qui per denunciare l'impatto di petrolio , carbone e gas, delle fonti energetiche sporche e legate al passato. Siamo qui per promuovere l'unica soluzione per il futuro: rinnovabili e l'efficienza energetica".Greenpeace ha lanciato una petizione online per chiedere ai cittadini italiani di firmare una Dichiarazione di Indipendenza dalle fonti fossili: in poche settimane ha raccolto oltre 50 mila firme.