Milano (askanews) - Comunicare legalità e rassicurare i cittadini che utilizzano la Rete. Con questi obiettivo la polizia di Stato partecipa all'Italian digital day, kermesse organizzata dalla presidenza del Consiglio alla Reggia di Venaria sul mondo di internet e delle start up innovative.Per interagire in tempo reale con i cittadini e raccontare il lavoro quotidiano di uomini e donne in divisa è nata una redazione che attraverso un poliziotto virtuale, l'Agente Lisa, su Twitter e Facebook dà informazioni e consigli. È un caso unico in Italia per un profilo di servizio con oltre 280mila like e una media di 10mila contatti al mese, nei primi 3 posti della classifica Blogmeter delle pagine con più interazione.L'Agente Lisa dedica particolare attenzione ai ragazzi, sconsiglia di compiere bravate, come pubblicare "selfie" davanti a un treno in corsa che ha avuto 4mila tra condivisioni e like e circa 600 commenti raggiungendo oltre 5 milioni di persone. Il video che aiuta a riconoscere se un bancomat è manomesso ha raggiunto quasi 2 milioni di visualizzazioni ed è stato condiviso su 55mila bacheche.Su Facebook la polizia è presente anche con la pagina ufficiale certificata con bollino blu con oltre 120mila fan, per la comunicazione più istituzionale ma anche agli aggiornamenti in tempo reale in caso di emergenze o eventi straordinari. Il sito www.poliziadistato.it è un punto di riferimento anche per una serie di informazioni che riguardano i servizi al cittadino.Su Faebook c'è la pagina Una vita da social, progetto di legalità itinerante realizzato col Miur: gli operatori della Polizia Postale e delle Comunicazioni hanno girato l'Italia, toccando le piazze di più di 100 città e raggiungendo 1 milione di studenti per illustrare le insidie della Rete e come difendersi da truffe e reati telematici.La polizia è anche su Twitter e Periscope con profili dedicati per dare tempestivamente notizie sulle operazioni di polizia giudiziaria più importanti e consentire ai followers di seguire "in diretta" streaming di eventi e conferenze stampa.