Roma, (askanews) - La nave "Dattilo" CP 940 della Guardia Costiera ha salvato 447 migranti nel Canale di Sicilia, recuperati nel corso di quattro differenti operazioni. Le richieste di soccorso sono arrivate alla Centrale operativa della Guardia costiera a Roma del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti tramite telefono satellitare.La nave "Dattilo" è stata incaricata di dirigersi verso tre gommoni e procedere con le operazioni di soccorso, mentre un'unità mercantile che transitava in zona è stata dirottata per effettuare il soccorso di un quarto gommone. I migranti a bordo sono poi stati trasbordati sul mezzo della Guardia costiera, prima che facesse rotta verso Pozzallo.A Messina, invece, è approdato il pattugliatore svedese Poseidon con a bordo 262 migranti, salvati sempre nel Canale di Sicilia. La nave era diretta a Brindisi ma successivamente è stata dirottata. E a Siracusa, due cittadini di Senegal e Mali sono stati fermati dal Gruppo interforze di contrasto all'immigrazione, con l'accusa di essere i responsabili dello sbarco di 110 migranti, soccorsi nei giorni scorsi e sbarcati nel porto di Augusta.