Windhoek, Namibia (TMNews) - La Namibia sta affrontando la peggiore siccità degli ultimi 30 anni. Stato indipendente dell'Africa sud-occidentale, grande quasi tre volte l'Italia ma agli ultimi posti delle statistiche demografiche per densità di popolazione, si fonda su un territorio costituito dalle distese desertiche del Namib e del Kalahari. Nelle ultime settimane migliaia di coltivazioni sono andate distrutte mentre l'assenza di nutrimento per il bestiame sta costringendo la popolazione a migrare alla ricerca di cibo e acqua."Gli anni scorsi non abbiamo troppo sofferto per la siccità perché bevevamo latte e mangiavamo quanto bastava. Ma ora la situazione è molto dura".La siccità ha colpito 300mila persone e il governo di Windhoek ha stanziato 20 milioni di dollari per gli interventi urgenti ma ha lanciato un appello per una campagna di aiuti internazionale."La Nambia ha patito difficoltà cicliche come siccità e inondazioni ricorrenti, spiega Myo Zin-Nyunt, un responsabile dell'Unicef. Ma adesso il governo e la comunità internazionale devono lavorare insieme per impedire il definitivo deterioramento del problema causato dalle catastrofi naturali provocate dai cambiamenti climatici".In Namibia il 29% della popolazione soffre condizioni di malnutrizione irreversibile, i bambini non riescono a seguire con profitto le scuole e con le donne sono i più colpiti dal gravissimo peggioramento delle condizioni ambientali.(Immagini Afp)