Milano, 8 giu. (askanews) - La moda nell'era di Instagram, o meglio come Instagram è diventato uno strumento di comunicazione indispensabile nel mondo della moda. Non è un caso se Kevin Systrom si è aggiudicato un Cfda Award, l'Oscar della moda. Il cofondatore e presidente del social network di foto, ha ben compreso l'impatto della presenza su Instagram di gente come Kim Kardashian o di fashion blogger e stiliste come Chiara Ferragni che vanta un record di 3,8 milioni di follower, tallonata a posa distanza dalle top model di grido.Le grandi maison si sono subito adeguate alla nuova moda. Su Instagram compaionio foto di backstage, anteprime delle collezioni e campagne con le star. "Finalmente esiste una linea diretta con i giovani. Non voglio che la mia moda sia lontana dalla gente, e ora c'è questa prossimità istantanea e spontanea", spiega il giovane designer Simon Porte Jacquemus.Un processo di accorciamento delle distanze che coinvolge anche i grandi stilisti. Tra gli ultimi iscritti a Instagram c'è Marc Jacobs: nella prima giornata è stato raggiunto da 50mila seguaci. Mentre Olivier Rousteing non cessa di postare sue foto in posa. E tutto ciò piace molto, tanto agli stilisti che ai followers: la vicinanza, il contatto diretto e l'impressione di aver instaurato un rapporto confidenziale con degli sconosciuti. Tutto questo grazie a Instagram.(immagini Afp)