Il Cairo (askanews) - La maschera di Tutankhamon torna al suo antico splendore. Il reperto più celebre dell'antico Egitto è tornato al Museo del Cairo dopo il restauro, reso necessario da un danneggiamento che aveva lasciato tracce di colla sulla barba di questo antico gioiello risalente a circa 3300 anni fa."Ottantadue anni dopo il primo restauro di Carter nel dicembre del 1925, abbiamo il piacere di presentare la maschera nella sua versione originale", ha annunciato fiero Christian Eckmann tra gli specialisti che hanno lavorato al restauro"La cosa più difficile è stata staccare la barba - ha spiegato - abbiamo utilizzato dei mezzi meccanici e degli strumenti di legno per non danneggiare la superficie"La maschera funeraria del faraone bambino è stata scoperta nel 1922 dall'archeologo britannico Howard Carter a Luxor, nella Valle dei Re. Morto a soli diciannove anni nel 1324 avanti Cristo, Tutankhamon è diventato uno dei più celebri faraoni dell'antico Egitto grazie al suo tesoro funerario. Il mausoleo a lui dedicato raccoglie oltre cinquemila oggetti. E non è finita qui, perchè la tomba del faraone riserva ancora oggi sorprese. Di recente è stata annunciata la possibilità che al 90 per cento esista una camera nascosta. Qui potrebbe trovarsi la tomba della regina Nefertiti, la matrigna di Tutankhamon, le cui spoglie non sono ancora state trovate.