Lampedusa (TMNews) - Sono 233, tra cui donne e bambini, le persone soccorse dalla Marina Militare circa 80 miglia a largo dell'isola di Lampedusa. Si tratta di migranti provenienti dal Nord Africa che si trovavano a bordo di un barcone lungo circa una decina di metri, localizzato nella serata del primo dell'anno dai militari impegnati nell'operazione di pattugliamento delle coste denominata "Mare Nostrum".Appena individuato il barcone in difficoltà sono scattati i soccorsi da parte di 2 unità militari della Marina la "San Marco" e la "Urania". Le difficili condizioni meteo, con mare forza 3 e vento a 8 nodi, hanno suggerito ai soccorritori a dichiarare subito lo stato di emergenza.I migranti, provenienti da Eritrea, Nigeria, Somalia, Pakistan,Zambia e Mali, sono stati, in un primo momento, trasbordati sulla nave "San Marco" e poi trasferiti a bordo della fregata "Zeffiro" per far rotta verso il porto di Augusta.