Boston (TMNews) - Torna la maratona di Boston, un anno dopo le bombe che insanguinarono la corsa più antica e famosa al mondo uccidendo tre persone e ferendone centinaia. Le misure di sicurezza sono altissime, sono stati schierati oltre 3.500 poliziotti, il doppio rispetto all'anno scorso, 600 membri della guardia nazionale e 3.500 uomini di società private reclutati dagli organizzatori. Inoltre è severamente proibito portare zaini, usati dagli attentatori, due fratelli ceceni, per nascondere le bombe. Gli atleti dovranno mettere i vestiti di ricambio in sacchi trasparenti, mentre gli spettatori sono invitati a non portare alcun genere di borsa.Le misure di sicurezza però non sono l'unica cosa aumentata: quest'anno i corridori iscritti sono 35mila, 9mila in più rispetto a 12 mesi fa, tutti qui per correre in memoria delle vittime, fra cui c'è anche un bambino di 8 anni. Un messaggio di speranza contro la paura e il terrore.(Immagini Afp)