Roma (askanews) - "Non è facile essere qui, continua a rinnovarsi il nostro dolore, ma continuo a dire che è dolore necessario". Lo ha detto la madre di Giulio Regeni, Paola Deffendi, durante una conferenza stampa in Senato convocata dal senatore Luigi Manconi, presidente della Commissione per i Diritti umani."Quello che è successo a Giulio non è un caso isolato come è stato detto dal governo egiziano - ha continuato la madre del giovane ricercatore torturato e ucciso in Egitto - è un caso di morbillo forse, una varicella, una influenza che andava isolata? Forse le idee di mio figlio non piacevano".