New York (TMNews) - L'Alto commissario Onu per i diritti umani, Navi Pillay, ha chiesto una commissione d'inchiesta sui possibili crimini di guerra commessi da Israele a Gaza e ha denunciato gli attacchi indiscriminati condotti contro i civili israeliani da parte di Hamas."E imperativo che Israele e Hamas applichino le regole umanitarie internazionali e le norme sancite nei Diritti dell'uomo. Ciò implica il principio della distinzione tra civili e combattenti, tra obiettivi civili e militari, il principio della proporzionalità della risposta e della prudenza negli attacchi".Ricordando le stragi di civili, tra cui numerosi bambini, compiute da Israele la Pillay ha dichiarato che esiste "la forte possibilità che sia stato violato il diritto internazionale, in modalità che potrebbero configurarsi come crimini di guerra".L'Alto Commissario ha anche denunciato il movimento palestinese Hamas, colpevole di attacchi indiscriminati contro aree abitate da civili in Israele: "Ancora una volta, i principi di distinzione e precauzione non sono stati rispettati durante gli attacchi indiscriminati condotti contro aree civili israeliane da Hamas e da altri gruppi palestinesi".La Pillay ha lanciato un appello alla mobilitazione internazionale per porre fine alla guerra."Tutti questi morti e questi civili mutilati dovrebbero pesare come macigni sulle nostre coscienze. So che pesano sulla mia. Tutti i nostri sforzi si sono risolti in atroci fallimenti. Organizzazioni più potenti, come il Consiglio di sicurezza e gli Stati che dispongono di mezzi di pressione su ciascuna della parti di questo interminabile e orribile conflitto, devono fare molto più di quello che hanno fatto sinora per fare cessare una volta per tutte questa guerra".(Immagini Afp)