Roma, (askanews) - Nel primo anniversario dello storico referendum sull'indipendenza scozzese, la First minister Nicola Sturgeon ha avvertito che il Regno Unito "ha i giorni contati" se il primo ministro David Cameron non farà qualcosa per dare più poteri a Edimburgo.Il 18 settembre dell'anno scorso il 55% degli elettori scozzesi votò per rimanere in Gran Bretagna contro il 45% degli indipendentisti. Ciò nonostante Sturgeon ha detto ai suoi sostenitori che, se i sondaggi si riveleranno a favore, è pronta a indire un'altra consultazione."Solo il popolo può decidere se svolgere un altro referendum", ha affermato la leader dello Scottish National Party (Snp), in occasione dell'anniversario. "Solo i cittadini possono decidere quando. E solo i cittadini possono decidere se la Scozia diverrà indipendente", ha aggiunto.Sturgeon ha poi attaccato il governo Tory, accusandolo di non mantenere le promesse fatte: "Il mio messaggio a David Cameron oggi è il seguente: ciò che accadrà nel sostenere l'indipendenza nei prossimi mesi e anni dipenderà da ciò che lui farà e da ciò che noi faremo. In questo momento Cameron ha i giorni contati...".Da parte sua Cameron ha replicato: "Nell'anniversario di questo storico voto, voglio ripetere: stiamo per creare un Parlamento scozzese nuovo, responsabile e permanente. Holyrood sarà uno dei parlamenti decentralizzati più potenti al mondo".(immagini Afp)