Addio alla legge di Stabilità, arriva il nuovo bilancio dello Stato. Con 184 sì, 23 no del M5S e 15 astenuti della Lega, il Parlamento ha approvato definitivamente la riforma dei documenti di finanza pubblica, quelli che fino al 2010 costituivano la Finanziaria annuale, poi sostituita dalla legge di Stabilità, che ora andrà in pensione. Le nuove regole contabili varranno fin dalla prossima sessione di bilancio: è «una rivoluzione culturale», spiega a Focus il presidente dem della commissione Bilancio della Camera Francesco Boccia, che della riforma è stato relatore e primo firmatario.