Seoul, (askanews) - Arriva una nuova minaccia da Kim Jong-Un. Il leader nordcoreano ha dichiarato che il suo Paese è riuscito a miniaturizzare delle testate nucleari così da rendere possibile la loro collocazione su dei missili balistici, e di essere pronto, così, a un attacco preventivo in qualsiasi momento contro gli Stati Uniti."Le testate nucleari sono state standardizzate per i missili balistici, riducendone le dimensioni", ha affermato Kim durante una riunione con esperti nucleari.Cresce quindi la tensione nella penisola, dopo le esercitazioni organizzate dalle forze armate sudcoreane e statunitensi, percepite come manovre di guerra nucleare, volte a minare la sovranità della Corea del Nord. Già dopo il voto del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, che ha imposto nuove sanzioni dopo gli ultimi test nucleari e balistici, il leader aveva detto che l'arsenale nucleare della Corea del Nord doveva essere "pronto in qualsiasi momento".Ma è la prima volta che Kim Jong-Un rivendica in modo così esplicito un successo della ricerca nucleare nordcoreana: "Tutto ciò - ha sottolineato - può essere definito come un vero deterrente nucleare", aggiungendo che si tratta di testate "termonucleari".